Venere e amore, G. G. Serangeli (1768 – 1852)

AA-289221
Disponibile
Gioacchino Giuseppe Serangeli (Roma, 1768 – Torino, 1852) Venere e Amore Olio su tela, cm 45 x 67 Il dipinto raffigura Venere e Amore, candidamente adagiati su di un letto coperto da voluttuosi panneggi e tendaggi che creano una cortina tutt’attorno alle due divinità....
3.600
Ars Antiqua SRL
Ars Antiqua SRL Ars Antiqua apre nel 2000 per iniziativa di Federico Bulga...
Fai un offerta o
una domanda al venditore
Italy Milano MI

Gioacchino Giuseppe Serangeli (Roma, 1768 – Torino, 1852)
Venere e Amore
Olio su tela, cm 45 x 67

Il dipinto raffigura Venere e Amore, candidamente adagiati su di un letto coperto da voluttuosi panneggi e tendaggi che creano una cortina tutt’attorno alle due divinità. Queste riposano dopo le fatiche amorose e languidamente si abbandonano al sonno, con gli strumenti che l’amorino, la freccia e l’arco, ancora tiene tra le sue manine. Una luce illumina dal basso la scena, rivestendo i corpi di una morbida luce che si insinua tra le pieghe dei corpi e dei panneggi e delinea tutta la plasticità volumetrica della corporatura.
Il dipinto è attribuibile a Serangeli Gioacchino Giuseppe (1786-1852), celebre copista di dipinti antichi. Si consideri quale raffronto una tela eccezionalmente simile alla presente, scorsa nel 1993 sul mercato antiquario (Asta Dorotheum). Una nota autografa di Federico Zeri, che la attribuiva in prima battuta a Marcantonio Franceschini (Bologna, 1648-1729), consente invece di comprendere come Serangeli avesse operato una ripresa da un dipinto del collega bolognese, oggi perduto. Medesimo ragionamento è operabile per la tela in esame, ulteriore versione della ripresa da Franceschini. 
Serangeli, artista romano, soggiornò a Milano e a Parigi. Qui frequentò la bottega del rivoluzionario David, del cui Marat assassinato realizzò una replica perché venisse tradotta per arazzo da parte della Manifattura Nazionale dei Gobelins. La perizia tecnica che gli era propria consentì al Serangeli di divenire in breve tempo il prediletto presso la corte torinese. Seguirono commesse ufficiali da parte di aristocratici europei, coronate dalla richiesta dello stesso Napoleone di dipinti celebranti i fasti del suo Impero (1807).
 
Con Ars Antiqua è possibile dilazionare tutti gli importi fino a € 5.000 a TASSO ZERO, per un totale di 12 RATE.
Es. Tot. € 4.500 = Rata mensile € 375 per 12 mesi
Es. Tot. € 3.600 = Rata mensile € 720 per 5 mesi.
Per importi superiori a € 5.000 o per una maggiore dilazione nel tempo (oltre 12 rate), possiamo fornire un pagamento personalizzato.

Contattaci direttamente per avere il miglior preventivo.

DIRETTE TV
– DOMENICA 19.00 – 23.00 Dig.terr. 126 – 821 Sky
– In streaming sul nostro sito www.arsantiquasrl.com e sui nostri social Facebook e Youtube

Potrebbe interessarti anche
  • Ultimi arrivi
  • Prodotti più popolari