Madonna addolorata, Enrico Ravetta (1864 - 1930)

AA-288369
In stock
Enrico Ravetta (Milano, 1864 – ivi, 1930) Madonna addolorata Olio su tela, cm 57,5 x 42,5 – con cornice cm 54,5 x 39,5 Il dipinto è opera di Enrico Ravetta, artista milanese operante assiduamente nella città natale. Allievo a Brera del verista Giuseppe Bertini, quindi...
Contact us for a price
Ars Antiqua SRL
Ars Antiqua SRL Ars Antiqua apre nel 2000 per iniziativa di Federico Bulga...
00 390 229 529 057
Ask a question or make an offer
Italy Milano MI
Enrico Ravetta (Milano, 1864 – ivi, 1930) Madonna addolorata Olio su tela, cm 57,5 x 42,5 – con cornice cm 54,5 x 39,5 Il dipinto è opera di Enrico Ravetta, artista milanese operante assiduamente nella città natale. Allievo a Brera del verista Giuseppe Bertini, quindi di Roberto Casnedi, il Ravetta dette avvio alla propria attività espositiva nel 1884. Dedito preferenzialmente all’arte del ritratto, affinò la capacità descrittiva abilmente caratterizzante la propria pittura, quando passò alla bottega di Amilcare Ponchielli. Espose Ofelia nel 1886 in occasione dei concorsi braidensi; alternò la produzione di ritratti con scene di interno, come la presente, e tematiche dal sapore bucolico. Partecipò assiduamente alle mostre milanesi sino allo scoccare degli anni Venti del secolo scorso: nel 1886 con Ritratti di Giovanni e di Alberto Strauss, nel 1887 con Padre Cristoforo, quindi l’anno successivo con Povero Jorik e nel 1894 con Mestizia e conforto. La presente opera, raffigurante una Madonna addolorata, è esemplare della marca figurativa del Ravetta: memore dei precetti teorici del divisionismo, da cui trae la smaterializzazione del colore attraverso tese pennellate strutturate sia parallelamente che in un continuo rincorrersi, con questa tela è apprezzabile il Ravetta che si fa verista, che adotta quel ductus che apparterrà poi anche a Emilio Longoni. Un materialismo scorporato dilaga nell’interezza della tela, ricalcando il formalismo del più tardo romanticismo volgentesi all’intento sociale, di appunto marca verista. Nel 1880 irruppe di fatto, nel mondo delle arti figurative italiane, l’urgenza della questione sociale. Nel corso della IV Esposizione Nazionale di Belle Arti italiana alla virulenta cronaca sociale che allora principiò a indirizzare la più aggiornata attività pittorica si accostarono le istantanee dirette e veritiere della vita quotidiana. Con Ars Antiqua è possibile dilazionare tutti gli importi fino a € 5.000 a TASSO ZERO, per un totale di 12 RATE. Es. Tot. € 4.500 = Rata mensile € 375 per 12 mesi Es. Tot. € 3.600 = Rata mensile € 720 per 5 mesi. Per importi superiori a € 5.000 o per una maggiore dilazione nel tempo (oltre 12 rate), possiamo fornire un pagamento personalizzato. Contattaci direttamente per avere il miglior preventivo. DIRETTE TV – DOMENICA 19.00 – 23.00 Dig.terr. 126 – 821 Sky – In streaming sul nostro sito www.arsantiquasrl.com e sui nostri social Facebook e Youtube